La storia.

Campidarte è il nome del progetto, è nato nel maggio 2012, come un progetto di tre 3 interior designer, Giampiero Bernazzani, Alberto Brancaleon e Giorgio Deplano, che hanno iniziato a riqualificare quattro capannoni siti nella campagna Sarda. Questi spazi in disuso da 10 anni, erano prima utilizzati come allevamento avicolo e sono parte dell’azienda di Mario Deplano, padre di Giorgio. Nel tempo il team è cambiato e ora a seguire Campidarte ci sono Paolo Carcangiu, Gianluca Zaccariotto, Rita Deplano, Stefano Melis e Giorgio Deplano.

Argomenti del progetto.

Il progetto nella sua più ampia evoluzione comprende un’area eventi e agriturismo, una zona dedicata al progetto di residenze d’artista, e un laboratorio per la produzione di prodotti per la casa e allestimenti. Tutto questo in stretto contatto con la natura e dando modo alle diverse attività di mescolarsi tra loro. Campidarte è un progetto in corso, ambizioso, che mira a creare collaborazioni e scambi con le realtà artistiche più vitali dell’isola, e non solo. Inoltre vuole diventare nel tempo un vero punto di riferimento per la musica, il cibo e l’arte, portando in Sardegna un luogo di respiro più ampio collegato ai classici ambienti della piccola isola.

Campidarte vuole unire cinque diversi aspetti: natura, arte, design, eventi e cibo.

Natura, perché si trova in 16 ettari nel pieno della campagna Sarda.

Arte perché Campidarte si caratterizza per il progetto “Artists in residence”. Gli artisti vengono scegliendo un breve o lungo periodo. Nel breve periodo di solito gli artisti realizzano le loro opere sulle pareti dei capannoni. Nel lungo periodo, che può raggiungere i due mesi, lavorano sul terreno creando installazioni permanenti, perché l’idea è quella di realizzare un parco culturale, che diventi così una passeggiata tra la natura e le installazioni artistiche.

Design. Campidarte vuole creare un nuovo concetto di design, che sia un mix tra il design urbano, riprendendone forme e colori, e quello multimediale e laboratoriale, in cui si sperimenta e si realizzano prodotti e allestimenti.

Eventi. Durante i primi tre anni abbiamo organizzato una serie di eventi che sono diventati parte importante del progetto, perché, grazie ad essi, i visitatori hanno iniziato a conoscere Campidarte e hanno avuto l’opportunità di vedere in prima persona una nuova modalità di esposizione dell’arte contemporanea, così come un nuovo approccio alla progettazione e al design. Inoltre gli eventi hanno permesso di finanziare la parte relativa agli artisti (l’acquisto di tinte e pennelli, biglietti aerei, l’ospitalità), e per i materiali del laboratorio.

Cibo e ospitalità. Apriremo presto anche come agriturismo, per dare una nuova offerta ai nostri clienti. Così da essere in grado di dare servizi e contenuti a persone di età e stili di vita diversi, e fare in modo che Campidarte venga visitato e viva tutto il nostro contesto, puntando su un aumento del confort e dell’atmosfera.

: : : : :

The Campidarte project

History. Campidarte is the name of the project, was born in May 2012, as a project between 3 interior designer, Giampiero Bernazzani, Alberto Brancaleon and Giorgio Deplano, who have begun to redevelop four sheds sites in the Sardinian countryside. These were first used as breeding poultry and the company of Mario Deplano, father of Giorgio. Over time the team has changed and there are now a new team that follow Campidarte, made by Paul Carcangiu, Gianluca Zaccariotto, Rita Deplano, Stefano Melis and Giorgio Deplano.

Topics of the project. Campidarte wants to combine five different aspects: nature, art, design, events and food.

Nature, because is located in 16 hectares of countryside in Sardinia.

Art because Campidarte is characterized by the project “artists in residence”. The artists come here in two ways: short or long period. In the short term usually artists paint the walls. Over the longer term, which it can reach two months, they work in the outside creating installations, because the idea is to create a cultural path distributed within the area, which offers the opportunity to walk among nature and artist installations.

Campidarte wants to create a new concept of design, that is a mix between the urban design, to which we are commonly used and one more craft that we produce in the laboratory.

During the first four years we have organized a number of events that have become a very important part of the project because, thanks to them, people have started to know Campidarte and have had the opportunity to see first hand contemporary art, as well as a way new approach the design. Combined with Campidarte events it has the interest to support the artists, purchase the materials they need, and for the lab materials.

This is the reason why we have now decided to renew this shed, which is the event area, to open again also like a farmhouse to bi able to unite people of different ages and lifestyles, and make sure that Campidarte will be able to offer a great and more confortable atmosphere.

Leave a Reply